Into the wild: le mete naturali da scoprire nel mondo

L’estate è arrivata: sole, caldo, spensieratezza e tanta voglia di viaggiare! E’ il momento giusto per iniziare a pianificare le vacanze e fantasticare sulle mete più esotiche o originali per un viaggio all’insegna della scoperta delle aree più naturali e perché no di un turismo eco sostenibile.

La scelta della meta può essere difficile sia che si cerchi un posto green in cui dedicarsi al completo relax sia per chi invece ha uno spirito più avventuriero.

Per trarre spunto e togliersi qualche dubbio sulle possibili scelte, ecco le mete più belle dal punto di vista naturalistico per un’esperienza indimenticabile.

Le riserve della foresta Atlantica e Amazzonica rendono il Brasile una delle poche aree al mondo rimaste in gran parte intatte e non del tutto esplorate. Questo straordinario Paese ha la fortuna di avere una grandissima ricchezza di risorse naturali tra le più diversificate e offre km di spiagge dorate e mare cristallino dove godersi il sole e il relax.

In America centrale il Messico permette di spaziare dalle antiche rovine di Tulum alle foreste pluviali tropicali e le paludi di alberi di Mangrovie che ricreano inusuali e affascinanti opere architettoniche fatte di radici e rami. Il Paese dei Maya vanta anche una ricca fauna selvatica e aree protette, come la Riserva della biosfera delle farfalle monarca, dove poter ammirare uno spettacolo all’insegna di vivacità e colori unico al mondo grazie alla presenza di ben 12 colonie di farfalle.

Tutta da scoprire anche la Thailandia grazie alla presenza di una natura ricca e variegata che spazia da fertili pianure ad aridi altopiani, nonché da spiagge bianche e mare incantevole, offre escursioni ed esplorazioni in un gran numero di parchi nazionali e aree protette e arricchisce l’esperienza di viaggio con paesaggi contornati da splendidi templi buddisti e antichi siti archeologici.

E se si preferisce restare in Europa? Si può raggiungere la vicinissima Spagna e avventurarsi nell’itinerario escursionistico forse più noto al mondo: il Cammino di Santiago. Meno faticosa, una passeggiata ad esempio nel Parco nazionale di Doñana, in Andalusia, che ospita cinque specie di uccelli minacciate e a rischio estinzione o nel Parco nazionale Garajonay, nelle Isole Canarie, noto per le bellissime foreste d’alloro.

Non dimentichiamoci della nostra Italia, che non ha nulla da invidiare agli altri in termini di ricchezza naturale. Non tutti sanno, infatti che il Belpaese ospita nelle sue regioni tanti parchi e riserve naturali con circa la metà delle specie vegetali e un terzo di tutte le specie animali presenti in Europa, oltre che bellissimi panorami e scorci naturali da poter ammirare in tutto il loro splendore.

Cos’altro aggiungere? Buon viaggio eco sostenibile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *